Portraits



< Indietro

1958? - Bazzino alla festa dell'uva

Bazzino, a suo modo, è stato un grande personaggio locale. Allora, fare il netturbino significava salire in casa di tutti a ritirare la spazzatura e questo dava a lui e a Metello, la possibilità di essere quotidianamente a contatto con molti abitanti del paese. Nonostante gli scarsi mezzi a disposizione, il loro lavoro lo svolgevano con dignità e impegno. Bazzino faceva parte anche della congrega degli amanti di merende che, giornalmente si ritrovava nella bottega di Pietro Bacconi, punto di riferimento dei buontemponi di allora. Spesso gli amici s'impegnavano a fare scherzi singolari a Bazzino che, avendo un carattere irrascibile, s'impermaliva di brutto. C'era comunque un sistema consolidato per rabbonire gli animi: partecipare tutti insieme a una bella bevuta in bottega di Pietro, soprannominato Trania per il suo modo di camminare.

< Indietro