Portraits



< Indietro

1954? - Due amiche appassionate di moto

Le due grandi amiche e coetanee: Marcella Soldati e la Mencarelli in sella a una moto MI-VAL 125 T sulla strada per Monteroni, davanti a Segole. A parte la passione che doveva allora accomunare le due amiche è interessante riportare la storia dell'azienda italiana che allora produceva la moto della foto. La MI-VAL è stata una casa motociclistica bresciana, attiva dal 1950 al 1968. Durante la Repubblica di Salò l'industria bolognese di macchine utensili Officine Minganti, con buona parte delle maestranze, era stata trasferita nella provincia di Brescia, in previsione dell'avanzata delle Forze Alleate. Dopo la Liberazione l'azienda fece ritorno a Bologna, ma il direttore tecnico, l'ingegnere Ettore Minganti, dovette rinunciare per timore di ritorsioni dovute al suo passato di esponente del fascismo bolognese. Rimase quindi nel bresciano, creando una nuova azienda metalmeccanica e sfruttando le proprie conoscenze umane e professionali e le agevolazioni introdotte dal Piano Marshall. Minganti riuscì a formare una cordata di imprenditori che fornirono finanziamenti e appoggio tecnico per dare vita a una nuova fabbrica che si prefiggeva lo scopo di produrre mezzi di trasporto economici. Nel 1950 venne fondata la MI-VAL, acronimo di Minganti-Valtrompia, con sede a Gardone Val Trompia. La filosofia costruttiva della MI-VAL si basò fin dall'inizio sulla produzione di motoveicoli economici e robusti, con motore a due tempi, prendendo ispirazione dalla tedesca DKW. Sulla base del primo modello "125 T", la MI-VAL realizzò una serie di versioni che differivano solo in aggiornamenti estetici e piccole migliorie tecniche, riuscendo a offrire un'ampia gamma di prodotti con ridotti investimenti per progettazione e sviluppo. In brevissimo tempo le moto MI-VAL divennero tra centro e nord Italia, tra le più diffuse degli anni cinquanta, favorite dal prezzo accessibile, dalla semplice manutenzione e dai numerosi allestimenti che accontentavano i diversi gusti estetici.

< Indietro