Asciano

Asciano è un comune di oltre 7.000 abitanti della provincia di Siena, situato a circa 20 km a sud-est del capoluogo, nel cuore delle Crete senesi. Più precisamente, si trova tra le colline boscate del Lecceto, da cui scaturi­scono le prime acque del torrente Asso, e la valle superio­re del fiume Ombrone.

Nel suo territorio fiorirono numerose comunità etrusche di cui si ha traccia fin dal V se­colo a. C. Ne sono evidente testimonianza i reperti delle necropo­li di Poggio Pinci e del Molinello.

Nel primo secolo dell'Impero romano il fundus axianus passò ai Domizi, che fecero costruire una villa con stabilimento ter­male su un promontorio costeggiato da due corsi d'acqua. Il paese nacque all'ombra di questa villa patrizia la cui proprietà è documentata da una iscrizione sul bollo di fabbrica di un mosaico ro­mano ancora esistente.

In epoca longobarda Asciano fu una "curtis regia"e dominato da una rocca, sede del gastaldo, edificata sul colle dove oggi s'innalza la grandiosa chiesa di S. Francesco. Sotto la dominazione carolingia il feudo di Axianum fu dei conti della Scialenga, di legge franco-salica.

Dopo le alterne vicende delle guerre tra i Senesi e Asciano, i Cacciaconti cedettero il castello di 'Sciano, alla Repubblica di Siena (definitivamente nel 1197). La sua unità con Siena fu consolidata dalla partecipazione alla bat­taglia di Montaperti (1260), condotta vittoriosamente dai ghibellini senesi contro i guelfi fiorentini. Nel decennio 1342-1352 i Senesi cinsero il castello di Asciano di nuove mura e fortificazioni.

L'ultimo anno della libera Siena repubblicana (1555), che fu assedia­ta e vinta dalle truppe imperiali del Marchese di Marigna­no, segnò anche il passaggio di Asciano ai Medici di Firenze, fino alla successione dei Lore­na. In questo periodo prosperarono i commerci e le "arti"; fiorente fu l'a­gricoltura. Ulteriori progressi, sia in campo eco­nomico che sociale, furono compiuti nel periodo lorenese (1737-1860).

La ferrovia, prima in Toscana e tra le prime sul territorio na­zionale, raggiunse Asciano il giorno 11 settembre 1859.

L'attuale centro storico, di origini medievali, conserva numerosi pregevoli monumenti. Il vasto territorio agricolo del comune di Asciano si caratterizza per un susseguirsi di biancane e calanchi che formano il suggestivo paesaggio delle crete senesi, assimilabile a quello lunare..


La chiesa di San Francesco costruita sui resti di un precedente castello
La chiesa di San Francesco costruita sui resti di un precedente castello


Panoramica sul Centro Storico
Panoramica sul Centro Storico


Resti di mura fortificate sul lato nord
Resti di mura fortificate sul lato nord


Sant'Agata, la maestosa cattedrale romanica
Sant'Agata, la maestosa cattedrale romanica


I resti delle mura di cinta viste dai girdini pubblici
I resti delle mura di cinta viste dai girdini pubblici


La fioritura della Sulla a Maggio nelle campagne di Asciano
La fioritura della Sulla a Maggio nelle campagne di Asciano


Il castello di Leonina al tramonto, fra Asciano e Siena
Il castello di Leonina al tramonto, fra Asciano e Siena